Belli e Dannati, recensione del romanzo

Pubblicato il da lascimmietta

Dopo aver letto d'un fiato "Belli e dannati", di F. S. Fitzgerald non posso evitare di consigliarlo a chiunque ami la letteratura americana. Ho già parlato in un altro post delle similitudini che esistono tra il romanzo d'inizio 900 ed uno dei telefilm più seguiti degli ultimi tempi, "Gossip Girl". Anche chi non si definirebbe mai un fan di questa serie televisiva, giudicata da alcuni decisamente frivola e superficiale, penso che non dovrebbe lasciarci sfuggire la possibilità di leggere il romanzo di Fitzgerald. Lo scrittore infatti, traccia una critica dolceamara della società del suo tempo, che vive in base ai dettami della moda, adorando il dio denaro, e celando ogni sentimento sincero sotto le ceneri dell' ipocrisia. Della trama del libro ho già parlato a sufficienza nel post di sotto, perciò aggiungerei solo che il finale giunge decisamente inaspettato e sarebbe davvero un peccato svelarlo.

La trama scorre veloce di scena in scena, come in un film di altri tempi. Non mi resta che augurarvi buona lettura! 

Con tag Letteratura

Commenta il post

Monica Cadoria 10/23/2011 23:04


Un grande scrittore...