Monte Baldo: cosa vedere e dove alloggiare

Pubblicato il da J. A.

Suggerimenti per un piacevole soggiorno presso Monte Baldo

Località Monte Baldo

Il Monte Baldo appartiene all’omonima catena montusa, che si estende per 40 km tra le province di Verona e Trento, costeggiando il lago di Garda. Il Monte Baldo, che a livello del lago di Garda tocca i 65 m, raggiunge l’altezza di 2218 m, in corrispondenza di Cima Valdritta. Il nome “Baldo”, che compare per la prima volta in una carta topografica tedesca intorno all’anno 1000, significa “selva” e deriva con tutta probabilità dal longobardo. La roccia del monte Baldo è di tipo calcareo, il che la rende soggetta in modo particolare al fenomeno dell’erosione, che è ancora in atto, specie alle altitudini elevate, a causa dell’azione congiunta del gelo e del disgelo. Secondo un’antica leggenda del posto, il monte sarebbe stato in passato un vulcano, il che però non è stato ancora provato. Di sicuro l’assestamento della roccia è un processo tuttora in corso, tanto che alcuni comuni della zona sono considerati delle zone a rischio sismico.

Attrattive del luogo

Oltre alla bellezza del paesaggio e alla tranquillità di un soggiorno in montagna, la zona circostante al Monte Baldo offre numerose altre attrattive. Per gli appassionati di storia e di geologia, ad esempio, è possibile visitare: -Il Museo del fossile del Monte Baldo, a Brentonico, dove nella cornice di un palazzo rinascimentale sono raccolti più di 1000 fossili provenienti dai dintorni della catena del Monte Baldo; -Il Museo naturalistico del Castello Scaligero, a Malcesine, dove sono esposti esemplari di flora e fauna tipici del Monte Baldo e del lago di Garda; -Il Museo del Castello Scaligero, presso Torri del Benaco, che ospita una mostra di attrezzi relativi alla pesca ed all’agricoltura, oltre ad un affascinante giardino botanico; -Il Museo Civico di Caprino Veronese, con reperti risalenti alla preistoria e all’epoca romana; -Il Museo Napoleonico, a Rivoli. Da visitare sono anche: -Il Santuario di Marciaga, che sorge sulla strada tra le piccole località di Castian Veronese e Marciaga, di epoca rinascimentale, dedicato alla Madonna del Soccorso; -Il Santuario della Madonna della Corona, un suggestivo luogo di contemplazione che raccoglie ogni anno un gran numero di fedeli. Per quanto riguarda il pernottamento, la zona è ricca di hotel attrezzati e bed & breakfast per ogni esigenza.

cardoso

Con tag Viaggi

Commenta il post