North and South

Pubblicato il da lascimmietta

Chi come me adora i "period drama"made in UK, non solo conoscerà sicuramente "North and South", trasmesso dalla BBC nel 2004, ma altrettanto sicuramente lo troverà uno dei migliori sceneggiati degli ultimi tempi. Si tratta della trasposizione televisiva dell'omonimo romanzo di Elisabeth Gaskell, prolifica scrittrice britannica vissuta nella prima metà dell'800, amica di Charlotte Bronte e Charles Dickens. La Gaskell è considerata una delle più note e importanti figure femminili della letteratura inglese, sebbene in Italia le sue opere siano poco conosciute. Lo stesso "North and South", tradotto in italiano nel marzo del 2011, è quasi introvabile nelle librerie. A ciò può rimediare la serie della BBC, suddivisa in 4 episodi che, con mia grande fortuna sono riuscita a vedere sottotitolati su You Tube.

North and South è la storia di un amore che nasce quasi impercettibilmente e si alimenta malgrado le incomprensioni, i fraintendimenti, il duro scontro tra realtà e modi di pensare diametralmente opposti, anche se solo in apparenza. Per Margaret Hale, la protagonista femminile, sradicata dalle semplici e confortevoli abitudini di campagna, la vita in una frenetica e buia città industriale come Milton, dove vige la sola regola del profitto economico, è quasi un inferno. Eppure Miss Hale capirà a sue spese che ciò che rende un posto il paradiso sulla terra, non è la bellezza del luogo, ma la presenza di chi si ama. 

Il protagonista maschile, Mr Thornton, rude ma onesto proprietario di un cotonificio, è per molti aspetti simile al personaggio di Mr Darcy, in "Orgoglio e Pregiudizio", romanzo di Jane Austen. D'altra parte i due romanzi hanno molti aspetti in comune, sebbene siano ambientati in epoche e contesti completamente diversi.

La serie televisiva ha ottenuto molti premi della critica, oltre all'apprezzamento del pubblico, grazie all'accurata sceneggiatura ed all'impeccabile interpretazione di Daniela Denby-Ashe e dell'affascinante Richard Armitage, che promette di diventare l'erede naturale di Colin Firth.

Con tag Cinema

Commenta il post