The Raven, recensione del film

Pubblicato il da lascimmietta

"The Raven", ovvero "Il corvo", nelle sale italiane dal 23 marzo 2012, è un film di James McTeigue, con John Cusack, liberamente ispirato alla vita ed ai racconti dello scrittore americano Edgar Allan Poe. All'inizio del film Poe viene presentato come un autore ormai in declino che, oberato dai debiti, annega nell'alcol le frustrazioni per la sua vita sentimentale e per quella lavorativa, minata dalla perdita dell'ispirazione. Il suo talento letterario però riemerge in tutta la sua grandezza quando Poe viene coinvolto in un'inquietante indagine della polizia. La donna amata da Poe infatti, è stata rapita da un sadico assassino, che sta disseminando vittime innocenti per le strade di Baltimora, al solo scopo di lasciare sui cadaveri, indizi rivolti a Poe, come in una macabra caccia al tesoro.

Lo spirito che anima la pellicola è l'azzardata rielaborazione di un episodio rimasto inspiegato nella biografia dello scrittore. Poe infatti venne trovato delirante su di una panchina di Baltimora, con indosso abiti altrui e sulle labbra, un nome misterioso, ripetuto ossessivamente fino alla fine.

Il film scorre rapido tra suspense e thriller e nelle scene di maggiore tensione emotiva, si riconosce la firma di McTeigue, regista tra l'altro di "V come vendetta". Gli appassionati di "Downton Abbey", serie britannica pluripremiata da critica e pubblico, apprezzeranno forse il cameo di Brandon Coyle, il dolce e sfortunato Mr Bates, questa volta nei panni di un oste.

Con tag Cinema

Commenta il post